Scompare James Cahill, uno dei massimi esperti di arte orientale.

“I am now pretty much confined to bed, and have to recognize this as my future”. Questa scioccante affermazione appare pubblicata sul sito personale di James Cahill, uno degli esperti d'arte orientale più influenti in occidente, che ci ha lasciato lo scorso 14 febbraio a Berkley dove abitava.

A pochi mesi dalla scomparsa di Michael Sullivan, se ne va un altro dei grandi sinologi che ci hanno mostrato come apprezzare l'arte orientale.



Nato nel 1926, la sua vita è stata piena di cambiamenti. La sua figura professionale si sviluppa nel campo della linguistica grazie alla quale viene successivamente arruolato come traduttore per l'esercito americano in Giappone e Corea. Qui inizierà a collezionare vari dipinti e ad interessarsi di arte orientale. Dal 1950 inizierà la sua carriera universitaria ed accademica in studi sull'Asia Orientale tra l'università di Berkley e quella del Michigan.

I suoi studi, inizialmente seguiti dallo Svedese Osvald Siren, hanno voluto creare un canone per poter comprendere lo sviluppo storico-stilistico della pittura ad inchiostro cinese. Questo gli ha permesso di saper analizzare “scientificamente” la pennellata dei diversi autori cinesi e saper riconoscere da essa la sua originalità o meno. Come, ad esempio, accadde per il rotolo di Dong Yuan “Riverbank” acquisito dal Metropolitan Museum di New York nel 1999.


Cahill sostenne più volte l'erroneità di attribuzione del quadro a Dong, il grande pittore ideatore dello stile settentrionale all'inizio del 1° Sec d.C., ma che al contrario si trattasse di una copia eseguita da un altro grande maestro della pittura ad inchiostro moderna cinese: Zhang Daqian.



I suoi studi successivamente si sono indirizzati verso l'analisi dell'influenza dei pittori occidentali nella raffigurazione dei dipinti cinesi. Tema di indubbio interesse e tuttavia ampiamente sviluppatosi solo a livello accademico, di cui si può avere un ampia idea andando a vedere il suo sito internet personale.

Su jamescahill.info , si ha la possibilità di guardare tutto lo sviluppo dell'arte ad inchiostro cinese dalle origini fino alla fine del XIX secolo, oltre a poter consultare gran parte dei suoi scritti e suoi dibattiti intercorsi in questi lunghi anni di carriera ricca di riconoscimenti e premi.

Una fonte di indubbio valore per tutti coloro che si avvicinano allo studio dell'arte cinese e che ci viene lasciata in eredità dal grande studioso.