Dong Yuan: Una storia un po’ su tutto

Anche a Pechino l’estate non presenta molte novità: nonostante tutti siano in ufficio, il caldo fa boccheggiare tanto e realizzare poco - stiamo ovviamente generalizzando: la Yang Gallery ad esempio ospita fino al 21 Agosto la mostra di Dong Yuan “A short History of Everything, Grandmàs House And Bosch's Garden.



Dong Yuan, Combo-Unit of Uncle’s Layer, oil and acrylic on canvas, 350×250 cm, 2013[/caption]

Non stiamo parlando di quel Dong Yuan che durante la Dinastia Song, nel decimo secolo, creò il cosiddetto Stile Meridionale della pittura ad inchiostro di paesaggio. Dong Yuan é giovane - é nata nel 1984, dipinge ad olio ed espone a livello internazionale già dal 2006 - prima che si laureasse presso l’Accademia Centrale di Pechino (CAFA) nel 2008.



Uno dei pregi della CAFA infatti non é solo quello di dare la possibilità agli student di studiare seguiti da artisti cinesi affermati a livello internazionale, ma anche quello di aver creato, attraverso il museo ed i suoi curatori, una piattaforma in grado di proporli ed inserirli preparati nel mondo dell’arte.

Come avevo già fatto notare in un altro post, la Yang Gallery é uno spazio che propone sempre giovani promettenti. Anche questa volta, l’allestimento e il concept stupiscono.



Dong Yuan, Uncle’s Layer, oil and acrylic on canvas, installation, 2013[/caption]

Gli 855 quadri di Dong Yuan ricreano la casa dei nonni nei minimi particolari. Così una volta superato il front office, ci si sente un po' spiazzati nell’entrare in questo spazio dal forte sapore familiare: una cucina, un altarino per le preghiere con gli incensi, i poster dell’anno nuovo. Una porticina ti introduce nel soggiorno, uno spazio semplice, rustico ed allestito nei minimi dettagli: la borsa sullo sgabello, le robe lasciate distrattamente sul divano. In questo ambiente surreale, perché creato nelle tele, ma dal valore semantico interamente intatto, appaiono nascoste figure familiari: I personaggi del “Giardino delle delizie” di Bosh.

Dong Yuan, eatable brick bed, oil and acrylic on canvas, 214X191cm 2013[/caption]

Realtà, Trascendenza, Rituale e Tradizione si mischiano nelle 4 sale della galleria, dove Dong Yuan affianca oggetti di uso quotidiano con i mostriciattoli di Bosh e condivide la tavola con gli omuncoli del trittico.

Appare comunque al quanto strano che l’artista unisca il mondo del creato di Bosh con la quotidianità della casa della nonna. Eppure senza entrare nelle mille interpretazioni del capolavoro, appare chiaro che ciò che viene rappresentata é la condizione umana secondo la visione della religione Cristiana: si racconta il reale attraverso l'irreale. Allo stesso modo, la casa della nonna materna (Reale) viene ricreata attraverso il ricordo dell’artista (Irreale).